Il sogno

di August Strindberg